Il Blog di Simonetta Caminiti. Quello nuovo!

“I mille colori della narrazione”

Pubblicato il novembre 3, 2018

Succedevano cose, proprio in questi giorni di diversi anni fa. Per la prima volta, con una piccola telecamera e un microfono gelato, sperimentavo la cronaca (sul cinema) in video. Era per una testata online romana ma IlGiornale.it premiò il lavoro mio e della bravissima reporter-montatrice che era con me, disponendo i nostri servizi in homepage. (Quello che “appoggio” qui è il terzo di quei giorni).

I primi di novembre dell’anno successivo, invece.

Paginette di storia sono anche queste. Io che volo a Parigi e mi trovo di fianco, in aereo, Pierluigi Bersani; Bersani, pronto alle primarie del 2012, legge l’intestazione “Il Giornale” sulla mia cartelletta (è Il Giornale che mi manda a Parigi) e lui e il suo staff mi sorridono con sportiva simpatia. Facciamo quattro chiacchiere. Loro incontreranno Hollande, io presenzierò al lancio europeo di Microsoft di Windows 8 (che adesso è passato remoto… come le primarie del PD del 2012). Rivedo Parigi e ho tanta voglia di tornare… Stesa sotto i salici, però; o davanti a Notre Dame. In un ricco e inossidabile, dolcissimo silenzio.

windows8

In questi giorni attualissimi: giorni della vita che per, ragioni molto personali, non potrò dimenticare mai, il mio lavoro riparte da ‘O Magazine (in edicola il 17 novembre con un altre mie 4 pagine) e con i preliminari di un servizio (cronaca) che è previsto io curi per F. 
Sono gocce di balsamo sul cuore – che in questo momento ne ha bisogno – anche le splendide vignette della mia nuova illustratrice, per il graphic novel del mio romanzo. Attualmente, queste vignette sono a spasso a Lucca Comics.
Titolo della puntata: “I mille colori della narrazione”. Come sempre, da sempre e per sempre, nella mia vita.

dettagliodianaekhady
Annunci

Ricominciare

Pubblicato il ottobre 23, 2018

… Un graphic novel che, per adesso, è solo in nuce. Lo studio un nuovo graphic novel basato sul mio unico romanzo edito; un’idea che riparte da questa Diana, coi suoi due laghetti azzurri al posto degli occhi, e la testardaggine della speranza. Quella che mi ha insegnato “Qualcuno”… con tutto l’amore che aveva (e che – ne sono certa – avrà sempre).
My Diana:

Diana.jpg

Su ‘O Magazine in edicola da oggi, il mio servizio su… Hans Christian Andersen.

Pubblicato il ottobre 16, 2018

Di Andersen, apprezzatissimo “favoliere”, non venne colta appieno l’eleganza nel prendere di mira una tipologia umana specifica e diffusa. Si veda il principe de La sirenetta: la protagonista gli ha salvato la vita e, per raggiungerlo, tra gli umani, ha rinunciato alla sua voce sublime e perde sangue dai piedi a ogni passo; ma lui, che pure la guarda ogni giorno negli occhi, se non può udire quell’ammaliante canto che lo aveva rapito (rimpicciolendolo alla stregua di un marinaio qualsiasi) neppure la riconosce. E ne Il guardiano dei porci, una principessa vezzosa è così assuefatta alle cose magnifiche, alte, di caratura regale, che preferirebbe vivere in una stalla per godere del fetore e delle stravaganti invenzioni di un cavalier servente innamorato di lei (arriva quasi a prostituirsi per questo), piuttosto che vivere nella bellezza. La bellezza – in Andersen – può essere la condanna all’infelicità di chi non la merita.

[Dal mio servizio in edicola su ‘O Magazine. 4 pagine dedicate alla incredibile storia (vera) di Hans Christian Andersen]

chihatraditoHCAndersen andersen1 andersen2 andersen3

Dal Lido a Hollywood… è tutto un attimo.

Pubblicato il ottobre 10, 2018

A proposito del mio libro:

“L’iniziativa, già presentata con successo al Festival del Cinema di Venezia nel 2017, verrà portata dall’Istituto anche a Houston il 15 ottobre (University of Houston, College of Liberal Arts and Social Sciences), Orange il 16 ottobre (Chapman University) e Las Vegas il 19 ottobre (College of Southern Nevada). Eventi organizzati dall’Istituto in collaborazione con Anniversary Books, Consolato Generale d’Italia a Houston, University of Houston, Rice University, Italian Cultural and Community Center di Houston, Chapman University, Casa Italiana di Las Vegas, College of Southern Nevada.”

Looking who’s talking! Il nostro libro alla settimana della lingua italiana in America

Pubblicato il settembre 28, 2018

Come annunciato poche sere fa a Radio Deejay, il libro del quale sono coautrice sarà protagonista della “settimana della lingua italiana” in America dal 15 ottobre: Los Angeles, Houston, Las Vegas. In giro per università (e non solo) in California, ad appassionare, spiegare, divertire. Perché “Senti chi parla – le 101 frasi più famose del cinema” è un ponte tra la settima arte negli Stati Uniti e la lingua e la cultura italiane. Looking who’s talking!

http://italiano.vegas/event/look-whos-talking-101-things-no-one-ever-told-you-about-the-magic-world-of-italian-dubbing/

SentichiparlainCalifornia simoreadytogo simonettacaminiti_linchiostro

Altri (ultimi souvenir) da Venezia…

Pubblicato il settembre 10, 2018

Ho detto in privato, a ciascuno di coloro che sono stati assieme a me in questa avventura “storica” (a suo modo lo è stata e lo è, incontrovertibilmente) le cose più importanti e più preziose. Forse non ho insistito abbastanza su un elemento. Gli occhi di Luciano De Ambrosis… che, bambini, celesti e malinconici, incantarono Vittorio De Sica e inaugurarono il neorealismo… beh, sono ANCORA molto più cinematografici ed emozionanti della maggior parte delle cose che passano sul grande schermo. Così la sua classe. E non oso cercare parole adeguate per la sua Voce!!! Avventura storica, ripeto. Spossante, come tutte le cose che succedono al Lido quando il privilegio di esserci coincide anche con precise (magnifiche) responsabilità. Ma soprattutto, semplicemente, un sogno. Grazie a tutti.

simofotovatteroni1 simovatteroni4BN

 

Qui, Alberto Barbera, direttore artistico della Mostra internazionale del cinema di Venezia, in visita al nostro evento con un sorriso e un grazie indimenticabili. Nella foto, assieme a Massimo Veronese, coautore di Senti chi parla, co-conduttore con me e ideatore del progetto che abbiamo portato alla Mostra quest’anno.

barbera_max

E qui… The world we created! Buona visione.

(Alla fine ho deciso di documentare anche la splendida luce che mi ha accolta sul water-taxi. Troppo ci sarebbe da raccontare… Io questa esperienza la saluto così!)

simowatertaxi

Intanto questa (dalla Biennale, con amore)

Pubblicato il settembre 6, 2018

Intanto questa. C’è una piccola principessa che si è sparata una passerella mozzafiato sul red carpet, stasera: il volto sul maxi-schermo e ragazzi che urlavano: “Fateci sentire le vostre voci!”. “Il gigante e la bambina” delle voci del cinema, oggi, li hanno visti tutti: da Venezia al mondo. E sono così fiera di aver lavorato, nel mio piccolo, per tutto questo. Di aver presentato con Max (quel gran genio del mio amico…) tutto l’evento dedicato a loro. C’era perfino il direttore artistico della Mostra del cinema di Venezia a dirci grazie… Il resto lo raccontiamo con calma. Per adesso, eccoci qua. (Nella foto, io, Domitilla D’Amico e Charlotte Infussi D’Amico).

iodomiecharlie

(… E anche questa. Scattata da smartphone a monitor del pc in albergo – diretta Facebook – al volo… Io che guardo dritta Luciano De Ambrosis)

diretta_dispay