È donna la“Ninfodora” amata dal protagonista della mia prima novella (che tutto sommato è quasi una lunga fiaba); è donna la protagonista insicura e sognante di Ghastly (altro racconto che è quasi una sceneggiatura); lo è la anziana signora Fiore di Granito rosa, o la madre obesa e frustata dalla vita de La ciminiera. Lo è Sara, altra giovane protagonista manipolatrice (romantica) di Tanti, tantissimi, infiniti venerdì. Ed è femminile la mano che uccide (o forse non lo fa…) il tacchino Alcyone ne La maschera di Alcyone(uno dei racconti cui sono più legata). Sono tutte diverse e tutte raccontate in modo ogni volta nuovo, sperimentale, calzante alla storia specifica. Trasversalità, ripeto. Anche nelle poesie, che esprimono per lo più l’amore verso un uomo, in stagioni diverse della vita (o della relazione). E infine, straordinariamente donna è Emily Dickinson, che in questo volume traduco in italiano.”

Un grazie di cuore alla collega Diletta Aurora Della Rocca, direttrice di Idm Magazine, per avermi permesso di raccontare qualcosa sul mio ultimo lavoro:

http://www.idmmagazine.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=1094:intervista-alla-giornalista-e-scrittrice-calabrese-simonetta-caminiti-autrice-di-specie-meno-note-di-sirene&Itemid=675

SpeciemenonoteIDM
Annunci