“… E che settembre ci porti una strana felicità” (canta Jovanotti).

Stana felicità non saprei. Tanti appuntamenti, di sicuro.
Due libri in chiusura (il mio Diana, 1999, naturalmente, e un altrettanto importante progetto legato alla memoria di mio padre), ma pure novità creative dell’aurora d’autunno, sempre gravida di promesse.

Nel frattempo, oggi ricorre un anniversario. Il 27 agosto di 3 anni fa usciva in edicola uno dei miei servizi su F più amati di sempre. Un angelo di 11 anni ucciso dalla Camorra, una sorella nata un anno più tardi che cresce all’ombra della tragedia (fragile… e formidabile). 20 giorni dopo il mio servizio, accompagno questa storia in Rai. Ma la cosa più dolce e più forte è, sempre, il legame che resta… (Simonetta Serena Lamberti e sua madre Angela Procaccini: quale privilegio aver incrociato la loro vita, in realtà, nel settembre dei miei 23 anni).

effeserena