L’avevo mai raccontato?

Avevo 29 anni; intorno alla metà di ottobre, avevo detto a mia sorella: “Sai che sono stanchina e pressatella come la ‘nduja in questi giorni? Vorrei allontanarmi da Roma per un po’. Sola. Pure appena un paio di giorni… Pure per lavoro: pure per un viaggio di lavoro all’estero per Style. Quale gioia sarebbe se il mio capo mi telefonasse, e mi ordinasse gentilmente di partire per… Parigi“.

Dopo ventiquattr’ore, squilla il mio cellulare. E’ il mio capo e non mi saluta nemmeno; dice solo: “Ascolta… e se ti mandassi a Parigi??”. Il mio cuore si ferma. Le valigie sono praticamente pronte in 20 minuti (e realizzo di essere una sensitiva, il che, sai com’è, nel frangente non mi spaventa!). Parto. in aereo, mi ritrovo al fianco di Pierluigi Bersani, prossimo alle primarie del PD; sta volando per incontrare il presidente Hollande, ed è simpatico sorridersi cordialmente mentre sfoglio una cartelletta su cui campeggia il logo de Il Giornale. Io… devo solo scrivere un reportage sul lancio europeo di Windows 8, sono lì per ascoltare i vertici di Microsoft che ci spiegano novità ormai sepolte impietosamente dalle versioni successive del software. Ma resta un piccolo pezzo di storia della tecnologia.
Tutto sommato, la sera in albergo mi affaccio al davanzale della mia stanza e… filigranaparigi