Il Blog di Simonetta Caminiti. Quello nuovo!

Mentre…

Pubblicato il luglio 10, 2020

MENTRE SIAMO AL LAVORO PER:

  • Blogtour
  • Prosieguo Rassegna stampa
  • Vlog/Video in cui racconto piccole e grandi chicche su “IL BACIO” (Words Edizioni) e “DIANA, 1999” (La Ruota Edizioni)

…Voglio lasciare qui un “giochino” della mia Valeria, illustratrice del volume che chiuderà il catalogo 2020 della mia casa editrice “Le trame di Circe”.
Mi ha fatto impazzire e spero piaccia anche a voi 😉

 

“Ops, una farfalla” (Tutti gli arpeggi delle mammole)

Pubblicato il luglio 7, 2020

“E’ che Filippo nel romanzo non aveva bisogno di essere bello: niente affatto. E non lo era. Nella versione a fumetti sì. SPECIALMENTE a quarant’anni… Ecco perché si è scelto un giovane cantautore francese per ispirarsi MOLTO LIBERAMENTE alla gentilezza un po’ selvaggia dei suoi tratti, alla sua svagata eleganza (da “invecchiare”, “maturare” un po’). Nel romanzo no. Ha un naso importante, forse lo immaginiamo lievemente scoordinato, tanto è alto: è un magnete, ma quando lo decide lui”. Questa è una delle curiosità che abiteranno il Vlog “Tutti gli arpeggi delle mammole” – Diana, 1999+Il Bacio che vedrà la luce quest’estate, e al quale sto lavorando. [Ne stavo preparando uno tempo fa… ma poi lo sappiamo che… “oh, è passata una farfalla” 🧚‍♀️]

[Questo invece l’ho fatto oggi, sempre per lo stesso progetto: 8.7.2020]

 

 

 

 

 

In diretta Instagram Libreriamo: my Diana

Pubblicato il luglio 3, 2020

Qual è l’Istituzione italiana indiscussa, nel mondo del libro, nella costellazione “digitale” dell’editoria? Se facessero questa domanda a me, io risponderei “Libreriamo”, e a occhi chiusi. Invece terremo gli occhi aperti, io e Federica Tronconi, nell’intervista live sul canale Instagram di LIBRERIAMO (che ringraziamo tantissimo): lunedì 6 luglio, ore 19.00. “Il Bacio” 🙂 simolibreriamo

cardlibre

 

L’importanza di chiamarsi…

Pubblicato il giugno 23, 2020

Tenete d’occhio le edicole (ma come si fa a capire che c’è dentro “Diana”, ovvero “Il bacio”, il mio romanzo? è la domanda…); le tv e i loro siti-web (ma quali, quando??); i maggiori canali social dedicati alla letteratura. Non sono impazzita: è un modo per dire che, comunque, di volta in volta, le tappe del tour del mio libro le piazzerò qui, come e quando potrò… ché in questo periodo, lo sforzo è anche quello di vivere là fuori, dopo tutto.

big-fish-le-storie-di-una-vita-incredibile-1548157263

Diana si merita questo “giretto” perché ha avuto un percorso lungo e tortuoso. E io stessa, prima di confezionare per la “vetrina” i miei manufatti di editrice e le mie storie nuove, ho tanto desiderio e necessità di prendere fiato. “Lei”, mio carissimo personaggio, mia primissima protagonista, correrà un pochino al posto mio. Intanto, su altri bei blog che le stanno dedicando spazio e gradita ospitalità.
Io mi chiamo Simonetta grazie a una composizione di Angelo Poliziano (dedicata a Simonetta Cattaneo Vespucci); quando Letizia Cadonici mi mostrò il suo studio ancora solo accennato della protagonista del graphic novel, mi era ricapitata sottomano, giusto in quei giorni, una strofetta del brano che mi ha dato il mio nome di battesimo. Recitava, a un certo punto, così: “Forse sei tu la mia Diana”. Il romanzo era finito da anni, adesso passavamo alla versione a fumetti. Quando vidi il disegno di Letizia, lo presentai al “mondo” (il mio mondo) con quel verso di Poliziano. Il “destino” può stare davvero, almeno un po’, nel nome che portiamo e nella sua storia, in quella dei nostri amatissimi genitori. Poco o nulla sono il caso. Io la penso così.
E non sono un’appassionata di Big Fish ma la Alison Lohman di quel film mi faceva pensare a un lato, solo il lato apparente, il lato che a Diana piace mostrare di sé, nel romanzo e nel fumetto. Ecco perché avevo chiesto alla mia illustratrice di pensare un po’ – ma solo vagamente – all’aria romantica e senzatempo di quel personaggio del film.
E’ tornato il momento di consegnare in via definitiva il romanzo in prosa a chi lo vorrà.
Dopo l’estate (quanto sono ripetitiva??) Le trame di Circe ripartiranno con l’edizione cartacea di quel progetto così speciale che è già in ebook, e poi ancora con un catalogo sul quale stiamo lavorando… tra un tentativo e l’altro di bloccare con le mani la pioggia di giugno e goderci, perché no, questa sacrosanta estate.

simocaminiticonnina

 

Anteprima Vlog

Pubblicato il giugno 14, 2020

“Il libro non è la mera rappresentazione del quotidiano fluttuare, più o meno inconsistente, di una generazione bruciata. Sarebbe già un merito giacché mostrerebbe uno spaccato della società del nostro tempo priva, come appare, di punti cardinali e di carattere. Non è neppure un’opera imbastita per mostrare il punto di vista femminile sull’amore. No; è un tentativo di fare letteratura in modo originale, attraverso un’architettura non scontata, un potente linguaggio metaforico che è un vasto fuoco d’artificio linguistico”.

[T.Cariati S.OS. Scuola, a proposito del romanzo che oggi trovate in nuova edizione ( #IlBacio )] .

Però… Ci sarà un video estivo in cui mi piacerà raccontare piccole fonti di ispirazione, brandelli di memoria e fantasia, mattoncini sui quali si è stratificato il mio volume. E anche un po’ della sua versione a fumetti. Qui, un assaggino… Mi piace l’apparente distonia tra lo stralcio di una recensione così attenta e penetrante, e la Levità che il mio romanzo, FORSE, può ospitare. Questo era il mio desiderio, mentre lo scrivevo ❤

Ritratto estivo 2019

vestitorosso2

13 Giugno 2020

 

“Amore mio, è arrivata l’estate” (Attenti al lupo)

Pubblicato il giugno 12, 2020

Una fiaba illustrata, un romanzo non mio, e prima di tutto e soprattutto, l’edizione cartacea prevista per gli scaffali di Ritorneranno.

Questi i piani de “Le trame di Circe” dopo l’estate.
Ma… la stagione che arriva, arriva per completare un tour tutto particolare e conclusivo del progetto che ha dato vita a questa pagina:

https://www.facebook.com/AccordingToEveTheNovel

Il Bacio è il mio romanzo e il romanzo che mi auguro avrete la curiosità di leggere quest’estate, ovunque vi troviate. Con Diana, le lancette del tempo scorreranno all’inverso e, una volta per tutte, ricorderemo che in vent’anni tutto è cambiato: e nulla è diverso.

quote

L’ESTATE E’ LA STAGIONE DE “IL BACIO”.

Quella che segue… è solo una piccola, misteriosa “bomboniera” di ciò che verrà quando – con o senza mascherina obbligatoria, chi lo sa – torneremo al golfino.
Con amore…
boscodettaglio

Ninfoperstory

Le trame di Circe su IL QUOTIDIANO DEL SUD

Pubblicato il giugno 5, 2020

« Circe, figlia del Sole che briga e inganna. Nell’Odissea, le trame più rassicuranti sono certamente quelle di Penelope. Ma questa Circe, la nostra, vuole sovvertire l’archetipo. Vuole stupire».

Ma GRAZIE a IL QUOTIDIANO DEL SUD che oggi, nelle pagine regionali, racconta #LeTrameDiCirce : la nascita, lo spirito, le intenzioni e il decollo della mia casa editrice. Grazie, grazie davvero! ✨🦋📘

Quot_Circe

 

“Montedibbacco”

Pubblicato il maggio 31, 2020

Senza questi luoghi non ci sarebbe stata “Montedibbacco” nel mio primo romanzo. Ieri sono state scattate queste fotografie, e una mi è stata inviata dalla destinataria di un dono (non mio) per il suo compleanno: proprio Il Bacio.

Il meteo fa le bizze, come l’anno scorso di questi tempi. Sarà caldo quando – come nelle intenzioni odierne – sarà pubblicato un Vlog su Diana, 1999 + Il Bacio (mancano 18 giorni all’anniversario dell’uscita del book-trailer della versione a fumetti su Fox Italia) e partirà, per il romanzo in prosa, un piccolo “tour stampa” estivo.
Intanto… “Montedibbacco”. Quella vera, che storie nuove sta animando tra i miei  occhi e le mie mani.

agri1 agri2 101086560_117919816597379_7635381636632150016_o Cover_Anna

 

Guarda che luna…

Pubblicato il maggio 29, 2020

“La sirenetta” rivisitata da Marguerite Yourcenar (per il teatro).

Io abdicherò alla mia Libertà perché non esiste Libertà in questa prigione in cui chi amo è solo un’ombra che sarò sempre destinata a sognare, pensa la Sirenetta. Potrei morire, ma ne sarà valsa la pena. E invece, ecco. Ecco come l’essere tanto diversi può condurre alla catastrofe. E per di più a una beffarda catastrofe che è unilaterale perché uno dei due, l’ignaro, l’inconsapevole, senza troppo rimorso sceglierà il suo equilibrio noto e felice. Al massimo, se col pensiero e la memoria, vorrà concedersi un’evasione, gli basterà dare un’occhiata alla superficie di cristallo di quel mare in cui, tanto tempo fa, per un istante, era stato vivo. Per la prima e unica volta che riesca a ricordare.

 

UNA HIT/UN LIBRO DI QUESTA SETTIMANA.